domenica 17 aprile 2016

Terzo "esagono gentile" liberato...le mie gocce gentili

"Nessun atto di gentilezza
per piccolo che sia
è mai sprecato"
Esopo
 
Ieri si respirava un'aria proprio estiva tanto che c'era chi faceva il bagno. Non amo Salerno come Napoli ma devo ammettere che nonostante il traffico e la carenza di parcheggi è comunque una bella città e il mare poi ha sempre il suo fascino. Pranzo al sacco e passeggiata sul lungomare sono stati un piacevole pomeriggio rilassante in famiglia. Pomeriggio ideale per liberare una goccia gentile e siccome ormai ci siamo affezionate alle panchine ne abbiamo scelta una che guardava proprio il mare.  Il terzo esagono gentile così, tra la folla incurante che non si è accorta di noi, è stato liberato in anonimato dalla mia complice Ilaria.  Il forte sole mi ha impedito di fare delle foto decenti...ma mi perdonerete vero? l'importante è aver regalato un attimo di stupore e gentilezza a chi troverà il nostro esagono!!!
 
 
 

 
Buona settimana!

mercoledì 23 marzo 2016

oggimisentogentile...seconda #goccia gentile liberata

"Sii un arcobaleno
nelle nuvole di qualcun'altro".
Maya Angelou
 
Ieri gita forzata a Napoli che anche se con cielo coperto resta la città più bella del mondo (per me). Vi ho vissuto cinque anni, è la città in cui mi sono innamorata di mio marito e dove abbiamo vissuto i primi anni della nostra storia e dove è rimasto un pezzettino del mio cuore.  Il suo alone di storia, cultura, mare, misteri, tradizioni non smette mai di affascinarmi. Dopo una deliziosa pizza e un sacrosanto caffè, mentre Matteo dormiva nel passeggino, noi tre ci siamo goduti una passeggiata rilassante sul molo di Mergellina.
Io e Ilaria (oramai è coinvolta anche lei) abbiamo liberato il secondo "esagono gentile"; lei posizionava la nostra goccia gentile su una panchina ed io fotografavo.
 

Gentile e soddisfatta!
Alle prossime liberazioni....

lunedì 21 marzo 2016

oggimisentoGentile...prima #goccia gentile liberata

Erano quasi due mesi che le avevo belle e pronte in borsa e le portavo sempre con me ma nella mia città non riuscivo a trovare un angolino in cui non mi vedesse nessuno e non mi scambiasse per una fuori di testa per poter liberare i miei "esagoni gentili". Ma ieri finalmente è arrivato il momento giusto. E quale momento più giusto del primo giorno di primavera per lasciare una goccia di gentilezza. E così mentre coi bimbi aspettavo mio marito che ci venisse a prendere con l'auto, per tornare a casa dopo un pomeriggio passato in un bel borgo medievale, tac...una panchina che non aspettava altro. Ilaria, di cui vedete la manina nella foto, giocava salendo e scendendo dalla panchina e io sfoderavo il mio esagono giallo per arricchire l'anonima seduta.
 
 
Il tempo di fare una foto e siamo saliti in macchina sorridendo e sono tornata a casa soddisfatta. Non so spiegarvi le sensazioni che ho provato ma di sicuro ero felice di essere stata gentile. E' proprio vero che gli atti di gentilezza fanno bene a chi li riceve ma fanno ancora più bene a chi li fa.
Spero che chi ha raccolto il mio "esagono gentile" possa aver sorriso per un attimo e pur pensando che chi lo aveva lasciato li fosse matto abbia gradito il gesto e soprattutto recepito il messaggio.
 
Sii sempre un po più gentile del necessario.
James M. Bornie

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...