venerdì 12 dicembre 2014

Ghirlande natalizie riciclose

Come ogni anno il Natale è la festività che stimola di più la mia fantasia e ogni anno vorrei fare un milione di cosette ma riesco a farne solo alcune. La cooperativa Argonauta per cui lavoro da otto anni anche quest'anno doveva fare dei laboratori di riciclo creativo sul Natale per bambini di scuole elementari e tra le tante cosette che ho sperimentato questa è tra quelle preferite dalle maestre. Si tratta di ghirlande realizzate con le grucce per abiti di lavanderia, quelle in metallo, e di buste di plastica. Ovviamente ho provato diverse varianti, anche con fil di ferro sagomato a mano e carta di giornali.


Questa è la prima che ho realizzato. Ho preso una gruccia  e con un po di forza l'ho sagomata in forma circolare. Ho poi tagliato tante striscioline (larghe 1 cm e lunghe 7 cm circa) da buste della spazzatura bianche e da una busta rossa. Ho poi iniziato a legare le striscioline con un semplice nodo al cerchio e allargando poi le estremità con le dita. Con delle strisce rosse più ampie ho realizzato il fiocco che ho poi fissato con la spillatrice. Economica e facile ma di grande impatto visivo.

 Poi ho deciso di farne un'altra inserendo da un lato aperto le strisce di plastica bianca a mo di fisarmonica e bucandole con il fil di ferro stesso. Anche qui ho decorato con fiocco rosso sempre da busta di plastica.


Usando lo stesso metodo "a fisarmonica" ne ho realizzate altre due (stavolta con fil di ferro ricoperto di plastica verde) utilizzando carta di quotidiani e carta da pacchi.

Io sono proprio soddisfatta: concentrazione, creatività e costo zero.....se ancora non avete realizzato una ghirlanda ecco come farlo in modo economico!


Buone creazioni natalizie!

2 commenti:

  1. Che belle!!! Complimenti... davvero molto d'effetto!!!
    A presto!!! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie....è vero fanno molto effetto anche se realizzate con materiali poveri!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...